Ferie torinesi

Leonardo cerca di afferrare il bombolone di Ugetti.

Come avrete capito dall’assenza di aggiornamenti sul blog siamo in vacanza.

Quest’anno niente mete nordiche o teutoniche birrerie o spiagge iberiche… abbiamo deciso che il campeggio o peggio il doblòcamper con un piccolo di ottomesi è troppo faticoso e quindi abbiamo scelto la tipica vacanza in montagna (Beaulard, vicino a Ulzio), alla ricerca del relax al fresco.

Per adeguarci al clichè del torinese in vacanza a Bardonecchia, abbiamo anche fatto il classico struscio in via Medail e comprato i bomboloni da Ugetti (piacciono anche a Leonardo).

9 comments to “Ferie torinesi”
  1. Non parlatemi di bomboloni!!!

    Ad Albissola il famigerato truzzo di turno passa per la spiaggia urlando “Krapfen! Krapfen caldi!”
    Io mi getto verso di lui sbavando al sogno di un bombolone cremosolante…invece mi ritrovo una ciabatta schiacciata senza ripieno…bleah!

    Il Rorengo

  2. Ciao e bentornati!
    Io un bombolone da leccarsi i baffi (e non solo: abbiamo preso anche 2 maxifette di torta – al diavolo la linea ed il colesterolo) l’ho mangiato a Cracovia. Sicuramente non era buono come quelli di cui parlate, ma era imbottitissimo.
    La ricerca del Westfalia è stata infruttuosa??

    Nad.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.