La nostra Versailles

Approfittando delle Giornate Europee del Patrimonio, domenica sono andato a visitare la reggia di Venaria. L’ultima visita risaliva a dieci anni fa, ero quindi curioso di vedere a che punto fossero i lavori di restauro che dovrebbero trasformare il complesso formato dalla reggia e dal Parco della Mandria in una delle principali attrazioni turistiche piemontesi e, si spera, italiane.

Una simpatica e appassionata guida volontaria ci fa rivivere la storia della residenza di caccia, voluta da Carlo Emanuele II. La reggia è la stratificazione di tre secoli di storia, come si può vedere già dall’esterno:

La reggia di Venaria

  • il nucleo originario progettato da Amedeo di Castellamonte
  • il nuovo progetto di Michelangelo Garove
  • il restyling di Filippo Juvarra
  • l’ampliamento di Benedetto Alfieri

Venaria Reale - Salone di Diana

Il più grande cantiere di restauro attualmente aperto in Europa, trasformerà Venaria in un luogo magico. La più grande sfida di Torino dopo le Olimpiadi.  

L’emozione che si prova nel visitare questi luoghi, prima caduti in disgrazia e ora dal futuro così promettente (l’obiettivo è quello di raggiungere un milione di visitatori all’anno) è da pelle d’oca. Pari a quella che si poteva provare immaginando TOrino trasformata dalle Olimpiadi.

Immaginate un’immensa macchina scenica, in cui si potrà rivivere una giornata nella reggiauna battuta di caccia, oppure i retroscena e gli intrighi di corte (per servire fino a 1000 ospiti erano necessari 2000 servitori). Le stesse tecniche utilizzate per il museo del Cinema della Mole Antonelliana, applicate in grande e su ambientazioni reali e scenografiche, magari con l’utilizzo di figuranti ed effetti speciali coordinati da Peter Greenaway.

Su una delle torri sarà possibile mangiare in un ristorante con terrazza. Sarà anche possibile dormire in un albergo realizzato all’interno della reggia.

Venaria Reale - La chiesa di Sant'Uberto

Il restauro della chiesa di Sant’Uberto, progettata da Juvarra, (nella foto la cupola a trompe l’oeil) è terminato. E’ pronta per accogliere in tutto il suo splendore i turisti.

Per il resto bisognerà aspettare settembre 2007.

Copyright TOlove Amare Torino dal 2004 | info@tolove.it | Privacy policy