Valentino e Borgo Medievale

Parco del Valentino

Il più antico e romantico parco della città, interamente attraversato da viali alberati e piste ciclabili, il Parco del Valentino offre la possibilità di godersi una piacevole pausa nel verde, a piedi o in bicicletta; la superficie di 550.000 mq ne fa il polmone verde di Torino, secondo solo per dimensioni al Parco della Pellerina.

In una splendida posizione, in riva al Po, tra i ponti monumentali Umberto I e Isabella, si affaccia sulla collina torinese.

Il parco urbano attuale fu disegnato a metà dell’Ottocento dal paesaggista Barrilet-Deschamps, ma le origini del parco più amato dai torinesi risalgono all’epoca romana, quando qui vennero portate le reliquie di San Valentino, custodite in una cappella. Possiamo quindi dire che il parco è a buon ragione il parco per innamorati per eccellenza, come afferma anche la canzone popolare Piemontesina bella: “Ricordi quelle sere passate al Valentino, col biondo studentino, che ti stringeva il cor!”

Un parco talmente romantico da far innamorare anche i lampioni …

parco-valentino

I lampioni innamorati sono seduti su una panchina del Giardino Roccioso, uno dei punti più romantici del parco del Valentino, con numerose aiuole fiorite, canaletti, ponticelli e una splendida vista sulla collina.

La Fontana dei 12 mesi

Altro punto da non perdere, oltre al Castello del Valentino e al Borgo Medievale di cui parleremo più avanti, è la scenografica fontana dei docici mesi: una grande e scenografica vasca ovale in stile rococò circondata dalle statue rappresentanti i dodici mesi dell’anno e i fiumi torinesi Po, Dora, Sangone, Stura.

fontana dei 12 mesi del valentino

Venne costruita in occasione dell’Esposizione Generale del 1898,  da Carlo Ceppi architetto e ingegnere che a Torino progettò molte opere tra cui Porta Nuova e via Pietro Micca.

Castello del Valentino

Il castello del Valentino

L’edificio è opera di Carlo e Amedeo di Castellamonte (1630), progettato sullo schema del pavillon-système francese. I tetti alla francese delle quattro torri e l’affaccio sul Po, conferiscono al Castello del Valentino un fascino fiabesco, che si addice perfettamente ad un Parco romantico come il Valentino.

Fu molto amato dalla prima Madama Reale Cristina di Francia che vi organizzava feste, caroselli, tornei e battaglie fluviali.

Chiuso al pubblico, ospita la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino.

Borgo e Rocca Medievale

Il borgo medievale

Un immaginario villaggio medievale che riproduce edifici piemontesi e valdostani del XV secolo, fu realizzato nel 1884 per l’Esposizione Generale Italiana e Artistica di Torino. Il complesso di case e edifici, circondati da mura e sovrastati dal castello, costituisce un piccolo mondo a sé: anche le botteghe artigiane poste all’interno contribuiscono a ricreare l’atmosfera medievale.

Da non perdere la visita all’interno della Rocca, dove dal cortile alle cucine, dalle carceri alla cappella, ci si immerge completamente in un suggestivo spaccato di vita medievale. Altri punti di interesse: il ponte levatoio che permette di entrare nel borgo, la chiesetta e la fontana del melograno. 

Vai alla pagina dedicata al Borgo Medievale per saperne di più.

La rocca del Borgo Medievale

Lungo il fiume si incontra anche il punto d’imbarco per la navigazione sul Po: i due battelli, Valentino e Valentina, offrono una divertente mini-crociera lungo il fiume, ma purtroppo attualmente non sono in servizio perchè in manutenzione.

Copyright TOlove Amare Torino dal 2004 | info@tolove.it | Privacy policy