Tour di Cit Turin: itinerario Liberty | TOlove Amare Torino

Tour di Cit Turin: itinerario Liberty

Tra l’eleganza dei palazzi liberty, le bancarelle trendy di piazza Benefica, fino in cima al grattacielo.

scalamobile

Cit Turin è un quartiere storico di Torino in forte cambiamento. A pochi passi dal centro storico, comodo da raggiungere (Stazione Porta Susa, Metro Principi d’Acaja) offre un interessante contrasto da eleganti edifici storici, le vie tranquille e alcuni degli interventi architettonici più recenti: la Spina (Passante Ferroviario), la nuova stazione di Porta Susa, il grattacielo progettato da Renzo Piano per San Paolo. Corso Inghilterra è cambiato radicalmente. Marciapiedi larghi, controviale, viale centrale. Chi si ricorda del cavalcavia in ferro che permetteva di scavalcare la ferrovia e arrivare in via Cernaia ?

I più bei palazzi liberty di Torino si trovano leggermente al di fuori dei più stretti confini del quartiere Cit Turin: ovvero nel triangolo con vertice in piazza Statuto, compreso tra il lato nord di Corso Francia e via Cibrario.

Il liberty nel quartiere Cit Turin e San Donato

Torino è famosa per le sue chiese e i palazzi Barocchi. Ma può anche essere definita la capitale dello stile Liberty, più conosciuto internazionalmente come Art Noveau, che si diffuse fra la fine dell’800 e l’inizio del’ 900.

Il primo tratto di corso Francia e le vie che vi si affacciano, sono il punto di  Torino in cui troviamo la più alta concentrazione di palazzi e ville caratterizzati dallo stile Liberty:  ad esempio Casa la Fleur, il capolavoro liberty di Pietro Fenoglio in corso Francia angolo via Princpi d’Acaia.

lafleur

A pochi passi da qui, sempre in corso Francia al numero 8, un’altra palazzina Liberty opera di Pietro Fenoglio: il Villino Raby:

c

Oggi è la sede dell’Ordine dei Medici e Odontoiatri della Provincia di Torino.

Villino Raby Scala Liberty villino-raby-bowindow

Sempre di Fenoglio in zona sono visibili Casa Macciotta in corso Francia 32,  Casa Padrini in via Balbis 1, Casa Girardi in via Cibrario 54 e Casa Rossi-Galateri oltre piazza Statuto, in via Passalacqua.

In Corso Francia 23 angolo via Palmieri troviamo lo spettacolare Palazzo della Vittoria,  opera di Giovanni Battista Carrera: l’edificio,caratterizzato da uno splendido atrio d’ingresso decorato all’esterno da grandi dragoni, è stato location di numerosi film. Qui ad esempio sono state girate alcune scene de Il Divo di Paolo Sorrentino.

vittoria

Casa Tasca in via Via Beaumont 3:

casa_tasca

Nelle vie limitrofe a corso Francia è possibile trovare anche affascinanti esempi di stile Neogotico o come ad esempio la casa in via Piffetti 7

casa_neogotica

Un particolare di Casa Masino in via Piffetti 5, disegnata con curiose decorazioni eclettiche da Giovanni Gribodo nel 1908:

particolare_liberty

Dall’altra parte di corso Francia in via Susa 33 vicino a Piazza Benefica si trova questo curioso cortile eclettico, opera di Valentino Gussoni:

Cortile via Susa

Il Grattacielo San Paolo

grattapaoo

Il grattacielo progettato da Renzo Piano è il secondo edificio più alto di Torino dopo il grattacielo della regione e la Mole Antonelliana.

LA serra del grattacielo San Paolo Torino

Particolarmente suggestiva è la serra bioclimatica al 36esimo piano da cui è possibile godere di una delle più belle viste su Torino:

grattacielo San Paolo

Piazza Benefica e il Mercato

Piazza Benefica vista dall'alto

Il cuore del quartiere è Piazza Martini, che tutti i torinesi chiamano Benefica. Qui si trova il mercato più trendy di Torino con bancarelle di abbigliamento firmato, meta preferita di molti fashion victim…

mercato

Anni fa la piazza era molto frequentata anche di notte : all’angolo tra via Principi d’Acaja e via Susa un bar per tiratardi che vendeva birra Ceres e Adelscott da asporto a prezzi piuttosto bassi. Il bar esiste ancora e rentemente in zona stanno aprendo diversi ristoranti e locali. Incastonato in un cortile di via Principi d’Acaja, c’è anche uno storico bazar di oggetti per la casa che ricorda molto la Provenza, recentemente trasformato nel ristorantino Papille.

Piazza Peyron

Se siete stanchi e volete riposarvi potete sedervi su una panchina nell’incantevole Piazza Peyron, una delle piazze meno conosciute e più suggestive  di Torino.

Lascia un commento