Sacra di San Michele | TOlove Amare Torino

Sacra di San Michele

La Sacra di San Michele, il monumento simbolo del Piemonte, è uno degli edifici più spettacolari d’Italia. Una visita alla Sacra è imperdibile, un piccolo viaggio nel tempo, capace di  portarci con la fantasia nelle atmosfere descritte ne Il nome della Rosa: non a caso l’abbazia ispirò Umberto Eco e venne valutata come location per il film tratto dal Best seller (che, per la cronaca, venne poi girato in altre location per motivi logistici, una collina presso Roma, il monastero di Kloster Eberbach in Germania e a Cinecittà con le scenografie di Dante Ferretti).

sacra-san-michele

L’abbazia benedettina venne fondata attorno all’anno Mille lungo l’itinerario che porta da Mont Saint Michel al Santuario di San Michele a Monte Sant’Angelo, dove i pellegrini si imbarcavano per la Terra Santa. Posta in posizione strategica a quasi 1.000 metri d’altezza sul Monte Pirchiriano domina la bassa Val di Susa; l’aspetto poderoso ricorda più una fortezza che una chiesa,  sembra quasi un tutt’uno con la roccia della montagna.

sacra-di-san-michele

Arrivati al parcheggio dopo un breve percorso a piedi si arriva alla biglietteria. Da qui si inbocca la ripida scalinata coperta che permette di salire alla chiesa: è lo Scalone dei Morti, così nominato perchè custodiva gli scheletri di alcuni monaci. Si arriva così al Portale dello Zodiaco, scolpito dal Maestro Nicolao,  architetto-scultore (operò anche al duomo di Ferrara e alla basilica di San Zeno a Verona) che raffigurò, prima dell’ascesa alla chiesa, i dodici segni zodiacali e le costellazioni.

sacra-contrafforti

Prima di entrare si passa sotto i contrafforti progettati dall’architetto Alfredo D’Andrade per rafforzare la struttura nel 1937.

sacra-san-michele-interno

Dopo la visita alla chiesa si esce su un terrazzo da cui si gode uno splendido panorama sull’alta Valle di Susa.

Su questo lato della Sacra sono visibili le Rovine del Monastero Nuovo, edificato tra il XII e il XIV e la Torre della Bell’Alda. La leggenda narra che una fanciulla si gettò dalla Torre per fuggire ai soldati e rimase illesa. Ci riprovò per denaro, ma la seconda volta non fu così fortunata.

sacra-torre-bell-alda

E’ possibile raggiungere la Sacra da Torino in auto o in pullman oppure spostarsi in treno fino a Sant’Ambrogio torinese e fare una bella passeggiata tra i boschi (durata H1,30; in salita).

sacra-panorama-val-susa