Cosa fare e vedere a Torino

Volete anche voi come noi amare Torino? Ecco le 10 + 3 cose da fare e vedere nella vostra prima visita.

In questa pagina troverete una selezione delle cose che amiamo di più di Torino e che mostriamo sempre agli amici che vengono a trovarci per la prima volta in città.

La posizione straordinaria, con le Alpi che abbracciano i tre lati della città e la collina dall’altro, i tre fiumi che la bagnano, le chiese e le piazze barocche, gli eleganti caffè e le gallerie, le raffinate vie del centro, sono solo alcune delle delle delle cose che rendono Torino unica

Partendo dal centro storico, fino alla “Corona di Delizie” che circondava la capitale sabauda, scoprirete le 10 cose principali da vedere durante la prima visita a Torino, più due chicche che sicuramente amerete.

Immergersi nella cultura dei musei, vivere l’esperienza “reale” nelle Residenze Sabaude, fare shopping in centro, scattare una foto in un punto panoramico, andare a caccia di prodotti multietnici a Porta Palazzo oppure di pezzi vintage al Balon, gustare un Bicerìn in un caffè storico. Assicuratevi di spuntare queste cose da fare a Torino dalla vostra lista!

A fondo pagina, inoltre, troverete alcuni consigli su cosa vedere a Torino in base ai giorni che avete a disposizione: 1, 2 o 3 giorni.

1- Una passeggiata nel Centro storico

Le piazze eleganti, le chiese e i palazzi barocchi, le residenze reali, i portici, le vie tutte dritte, i musei e i negozi: una passeggiata per il centro storico non può che essere una delle prime cose da fare a Torino

Cosa vedere a Torino: Piazza San Carlo

2- Ammirare Torino dalla Mole Antonelliana

Tutti sanno che la Mole è il simbolo di Torino. Pochi invece sanno che inizialmente doveva essere una sinagoga ebraica e che Antonelli, l’architetto che la ideò, ingigantì il progetto facendo diventare l’edificio sempre più alto a tal punto che per diversi anni rimase incompiuto.

La Mole per decenni è stata l’edificio più alto di Torino (ora è stata superata dal grattacielo della Regione Piemonte). Salendo in cima con l’ascensore panoramico godrete di una vista spettacolare sui tetti della città, sulla collina e sulle Alpi.

Cosa vedere a Torino: La mole antonelliana

Dopo aver ammirato Torino dall’alto è ora di scendere a visitare il  Museo Nazionale del Cinema: sotto l’enorme volta della Mole potete ripercorrere la storia del cinema attraverso ambientazioni multimediali, ricostruzioni di film cult, fotografie, locandine, ombre cinesi, scatole ottiche e lanterne magiche.  È così bello rilassarsi e osservare la maestosità della Mole comodamente sdraiati sulle chaise longue al centro della sala.

Volete scoprire altri punti panoramici da cui godere delle più belle viste su Torino?

Andate alla pagina Guardare Torino dall’alto da 0 a 670 metri!

3- Il Museo Egizio

Il più visitato e noto museo di Torino, il più antico museo dedicato all’Egitto, il più importante al mondo dopo quello del Cairo: il Museo Egizio è una delle cose più importanti da vedere a Torino.

Le cose da fare sono molte: 4.000 anni di storia raccontata in oltre 37.000 pezzi su 60.000 metri quadrati di allestimento, con un percorso di visita lungo due chilometri.

Nel 2015 il Museo Egizio di Torino ha avuto un restyling e un ingrandimento degli spazi che ha reso l’allestimento all’altezza della collezione.

Assolutamente da vedere: la galleria dei sarcofagi allestita dallo scenografo Dante Ferretti, vincitore di diversi premi Oscar.

Cosa vedere a Torino: il Museo Egizio

4- Il Museo dell’automobile, in quale città se non Torino?

Torino è la capitale italiana dell’auto … e di auto collezionate, in questo museo che si affaccia sulla collina torinese, ne vedrete tantissime. Sono esposte all’interno di una scenografia spettacolare  che vi farà ripercorrere la storia dell’automobile dalle origini ai nostri nostri, attraverso installazioni multimediali, ricostruzioni, diorami e curiosità divertenti, oltre ovviamente alla ricchissima collezione di automobili.

Assolutamente da fare: un giro sulla giostra – catena di montaggio , una passeggiata sul pavimento con Torino vista dall’alto, osservare la ricostruzione di una carrozzeria d’epoca.

Cosa vedere a Torino: Mauto il museo dell'automobile

5- Aperitivo in piazza Vittorio e serata a San Salvario

L’ aperitivo è nato a Torino, grazie al signor Carpano, che più di duecento anni fa inventò il Vermouth, seguito a ruota da Cinzano e Martini.

Le zone di Torino preferite dai torinesi per questa piacevole attività sono piazza Vittorio, il quartiere di San Salvario e il Quadrilatero Romano

Volete tirar tardi? Una volta il centro della notte torinese erano i Murazzi. Ora purtroppo non più, quindi potete rimanere su Piazza Vittorio oppure spostarvi a Vanchiglia, zona in ascesa nella vita notturna torinese. In alternativa potete fare un salto al Bunker,una vecchia fabbrica riconvertita in spazio polifunzionale, oppure allo storico Hiroshima Mon Amour.

10 cose da fare a Torino: Piazza Vittorio

6- Gustare una tazza di cioccolata calda in un caffè storico

Volete fare un salto nel passato, rivivendo eleganza e atmosfera d’altri tempi?

Fate una piacevole pausa in uno degli storici caffè torinesi, un tempo frequentati da nobili, dai protagonisti del risorgimento, da scrittori, filosofi e artisti.

Torino da sempre è conosciuta per il cioccolato: una passione che dura da secoli e che viene alimentata da eccellenze come Baratti e Milano, Caffarel, Stratta, Venchi e rinnovata da maestri cioccolatieri come Guido Gobino e Guido Castagna e da aziende d’eccellenza come Domori e La Perla di Torino.

A Torino poi è nato il Gianduia un mix di cioccolato e nocciole, inventato a causa della scarsità di cacao, dovuto al blocco napoleonico sulle sostanze, che è stato in parte sostituito dalla nocciola, un ingrediente molto diffuso in Piemonte e in particolare nelle Langhe. Il primo gianduiotto venne prodotto dalla Caffarel nel 1865 e divenne il cioccolatino tipico di Torino.

Altra cosa assolutamente da vedere … e gustare è il Bicerìn , lo storico caffè in piazza della Consolata che serve l’omonima delizia tutta torinese: una bevanda calda a base di caffè, cacao, crema di latte.

Volete saperne di più sui caffè storici di Torino?

Visitate la breve guida al Bicerin o la guida alla scoperta dei caffè storici di Torino.

10 cose da fare a Torino: provare il bicerin

7- Un giro sul tetto del Lingotto, pranzo gourmet da Eataly

Ora sono rimaste poche, ma nel secolo scorso a Torino le fabbriche di certo non mancavano.

Il Lingotto era uno degli stabilimenti più imponenti, ammirato anche da Le Corbusier.

Qui venivano prodotte le FIAT che, al termine della lavorazione, erano testate sulla pista sul tetto della fabbrica. Ora sul tetto le macchine non ci sono più ma la pista è rimasta ed è divertente arrampicarsi sulle sue ripide ripide paraboliche.

Assolutamente da vedere: l'”aerea” Pinacoteca Agnelli, progettata da Renzo Piano (che ha curato il progetto di conversione di tutto l’edificio) dove vedrete alcuni capolavori di grandi maestri come ad esempio Canaletto, Canova, Matisse, Modigliani.

10 cose da fare a Torino: sulla pista del Lingotto

A fianco del Lingotto è nata la prima Eataly al mondo: il tempio dedicato ai cibi italiani di qualità (ora lo conoscono tutti ma il punto di Torino è stato il primo ad essere aperto). Qui potete mangiare nei vari ristorantini tematici oppure nello stellato Casa Vicina o semplicemente fare acquisti gourmet.

10 cose da fare a Torino: lingaly di Eataly

8- Andare per mercati: Porta Palazzo e il Balon

Una delle cose più caratteristiche da fare a Torino è una passeggiata nel mercato di piazza della Repubblica, noto come “Porta Palazzo”: il più grande della città e uno dei più vasti in Europa.

É molto pittoresco aggirarsi tra le bancarelle, per scoprire prodotti di tutti i tipi, magari qualche frutto esotico: qui trovate qualsiasi tipo di ingrediente per le vostre ricette etniche.

In uno dei padiglioni al centro della piazza, ridisegnato dall’architetto Fuksas e quindi chiamato dai torinesi Palafuksas, potete visitare il Mercato Centrale, una sala coperta con moltissimi ristorantini e botteghe dedicate alla cucina italiana dallo street food ai ristoranti di chef stellati. Se invece preferite un’esperienza più verace, fate due passi in Borgo Dora dove trovate alcune trattorie tipiche piemontesi e locali etnici.

Assolutamente da vedere: tutti i sabati e la seconda domenica del mese, a Borgo Dora si svolge il Balon , che si pronuncia Balùn ed è il più importante mercato dell’usato e dell’antiquariato a Torino. Trovare occasioni oggetti d’altri tempi e magari trovare occasioni a buon mercato.

Volete saperne di più su cosa vedere a Porta Palazzo e Borgo Dora?
Andate all’itinerario Quadrilatero Romano, Porta Palazzo e Balon.

Cosa vedere a Torino: piazza Borgo Dora

9- Una passeggiata al Valentino e al Borgo Medievale

Il Valentino è il parco più romantico di Torino, si estende lungo il Po, con la collina torinese sullo sfondo.

Percorrendo i viali del parco che costeggiano fiume potete vedere alcuni caratteristici locali con affaccio sul fiume chiamati “imbarchini“: qui un tempo era possibile affittare una barca o un pedalò per una gita sul fiume.

Fate un salto ad ammirare l’elegante Castello del Valentino: vedere almeno l’esterno, visto che gli interni sono occupati dalla sede della facoltà di Architettura e non sempre è possibile entrare.

Andate poi a visitare il pittoresco Borgo Medievale, un piccolo villaggio con mura, ponte levatoio, botteghe artigiane e castello. Sembra autentico, ma è una fedele ricostruzione di inizio novecento, progettata dal filologo e restauratore Alfredo D’Andrade che riproduce gli elementi di alcuni castelli di Piemonte e Val d’Aosta.

Un posto magico assolutamente da vedere se avete bambini al seguito .

Siete in visita a Torino con piccoli turisti? Andate alla pagina … 10 cose da vedere a Torino con i bambini.

10 cose da fare a Torino: Il Borgo medievale al Valentino

10- Visitare almeno una delle residenze sabaude

Torino è stata per secoli la sede di Casa Savoia.

I re che si sono susseguiti nei secoli l’hanno circondato di eleganti e sontuose residenze in cui trascorrevano l’estate o andavano a caccia: la cosiddetta ” Corona di Delizie ” sabauda.

La più celebre di queste tenute è sicuramente la Reggia di Venaria, una delle principali mete turistiche italiane, che non può mancare in una visita a Torino.

La Reggia è fuori dalla città, nel comune di Venaria. Se non potete spostarvi dal centro di Torino potete visitare Palazzo Reale: oltre agli splendidi saloni, vedere anche la Cappella della Sindone, capolavoro barocco di Guarini, la Galleria Sabauda e l’Armeria Reale.

Anche il Castello del Valentino, di cui abbiamo parlato poco fa e la Villa della Regina sono splendide residenze sabaude facilmente raggiungibili da chi non vuole uscire dalla città.

Racconigi, Stupinigi e il Castello di Rivoli, con il famoso museo d’arte contemporanea, meritano una visita per chi ha più tempo, visto che sono fuori Torino.

10 cose da fare a Torino: La reggia di Venaria

E se non vi basta … ecco altre cose da vedere:

Salire a Superga con la “dentiera”

La basilica di Superga svetta sulla collina torinese, è possibile scorgerla tra i tetti delle valigie di Torino da molti punti della città.

È fuori dal centro cittadino, se avete un po’ di tempo, è facilmente raggiungibile in macchina, con i mezzi pubblici, oppure con la “dentiera“, lo storico trenino a cremagliera, che si arrampica su per la collina e visto di vedere alcuni fantastici scorci sulla città.

Giunti a destinazione trova visitare la basilica barocca, l’opera di Juvarra , le tombe dei Savoia e la lapide commemorativa che mostra il punto in cui si trova l’aereo del Grande Torino .

10 cose da fare a Torino: la dentiera che porta a Superga

OGR: le officine della cultura e dell’innovazione

OGR Torino

Le Officine Grandi Riparazioni sono uno degli edifici più impressionanti da vedere a Torino per dimensioni e fascino: una maestosa testimonianza del passato industriale della città.

Chi visita le OGR per la prima volta difficilmente non sarà colpito dalla loro imponenza e dalla bellezza del progetto di riconversione: dove un tempo venivano riparati i treni ora troviamo uno spazio polifunzionale dedicato alla cultura, con mostre, installazioni, concerti, ristoranti e all’innovazione con il più importante incubatore di startup in Italia.

Torino Liberty

Se Barcellona ha Gaudì e Bruxelles è famosa per le architetture di Victor Horta, anche Torino vanta una serie di affascinanti edifici Liberty o Art Nouveau, a partire dalla splendida villa Scott in collina, protagonista di  Profondo Rosso di Dario Argento e La donna della Domenica di Luigi Comencini. Fate una comoda passeggiata nei quartieri di Cit Turin e San Donato dopo essere stati nel mercato trendy di piazza Benefica: lungo vie tranquille ed eleganti potrete ammirare le più belle, raffinate e curiose case liberty di Torino. Come? Andate alla pagina dedicata alla Torino Liberty.

Mappa

Cosa fare e vedere a Torino in 1 giorno

Se avete solo un giorno per visitare Torino potete fare una passeggiata nel centro storico, vedere almeno un museo come il Museo Egizio o il Museo del Cinema alla Mole Antonelliana con salita sull’ascensore panoramico per una vista dall’alto sulla città. Una sosta ad un caffè storico per un bicerìn o una cioccolata non può mancare. La sera potete andare in piazza Vittorio per un aperitivo o una cena.

Cosa fare e vedere a Torino in 2 giorni

Con due giorni potete apprezzare le cose più importanti da vedere a Torino. Rispetto a quanto sopra per Cosa vedere a Torino in 1 giorno, potete aggiungere una visita ai Musei Reali  oppure alla Reggia di Venaria (in questo caso prevedete almeno mezza giornata tra spostamento e visita), una passeggiata al Parco del Valentino con visita al Borgo Medievale. Tra le cose da fare, se ci state con i tempi, consigliamo anche una visita alle OGR o al Lingotto se amate l’architettura industriale oppure a  Porta Palazzo e al Balon (sabato o seconda domenica del mese) se amate i mercati, l ‘antiquariato o l’abbigliamento usato. In alternativa, se amate l’architettura Liberty, potete fare un giro tra i quartieri di Cit Turin e San Donato a caccia di eleganti palazzi e un salto al mercato alla moda di Piazza Benefica.

Cosa fare e vedere a Torino in 3 giorni

Tre giorni vi permetteranno di visitare Torino apprezzandone senza troppa fretta le sue bellezze. Il terzo giorno, rispetto a Cosa vedere a Torino in 2 giorni, potete dedicarlo a qualche escursione fuori Torino: una visita all Reggia di Venaria, una gita alla Sacra di San Michele, l’abbazia medievale in bassa Val di Susa oppure una visita a Superga con la “dentiera” per vedere la basilica, la tomba del Grande Torino e un fantastico panorama sulla città.

Amate il vino? Potete dedicare il terzo giorno a una gita nelle Langhe, in questo caso meglio avere a disposizione un’auto per spostarsi fra i vari paesi, le colline e i pregiatissimi vigneti.

Altre idee e cose da fare e vedere a Torino e in Piemonte

Volete altri spunti e idee di cose da visitare a Torino?
Visitate le pagine:

Cosa vedere nelle Langhe

Cosa vedere a Torino con i bambini

Cosa fare la sera a Torino

Visita alla Sacra di San Michele